Oggi, festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Auguri a tutti i colleghi

Non manco mai di ricordarlo da quando sono diventato giornalista (e a quei tempi la mia sezione provinciale dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana lo celebrava sempre solennemente) ed è un segno della fede che accompagna anche il mio difficile lavoro: oggi è la memoria liturgica di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, vescovo della Ginevra protestantizzata a cavallo tra […]

Continua a leggere

Equo compenso: ecco la delibera dell’accordo Fieg-Fnsi

Grazie alla pagina Facebook del presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino, abbiamo avuto la possibilità di leggere per intero la delibera presentata alla commissione governativa per l’equo compenso che contiene il capoverso frutto dell’accordo “segreto” tra Fieg e Fnsi, contestata dall’Ordine e sostanzialmente rigettata dallo stesso sottosegretario Giovanni Legnini, che ha affermato di non voler chiudere alcun accordo senza l’ok […]

Continua a leggere

Altri due luoghi comuni presi in giro dalla campagna #CoglioneNo

Sono stati pubblicati su YouTube altri due video che fanno parte della campagna di sensibilizzazione sul lavoro creativo #CoglioneNo, che fanno a pezzi altri due luoghi comuni con i quali vengono liquidati freelance, lavoratori creativi in genere (giornalisti in testa) e giovani alle prime armi.

Continua a leggere

Equo compenso? Punto e daccapo: un accordo “segreto” Fnsi-Fieg

Per i rapporti di lavoro, i quali, in ragione della completa autonomia di svolgimento della prestazione, sono qualificabili a pieno titolo come autonomi il compenso professionale non si presta ad essere assoggettato a minimi tariffari, ma resta affidato alla libera contrattazione delle parti, anche nell’ambito di linee guida opportunamente individuate dall’ordinamento professionale   Le parole citate sono contenute in un […]

Continua a leggere

Una campagna intelligente e dirompente: #coglioneNo

Folgorante il titolo del video: “Lo diresti al tuo idraulico?”. Surreale ma significativo il dialogo che vi si svolge. Dirompente il messaggio: perché certe proposte di “compenso” vengono fatte solo ai freelance e in genere ai lavoratori “creativi” e “intellettuali”?

Continua a leggere
1 3 4 5 6 7 58